INFORMAZIONI - I SOCI
  Informazioni
  Prima Pagina
  Lo Statuto
  I Soci
  Agenda
  Contatti
   
  Area Ricerca
  Polivocalità nissene
  La pietà popolare
  La pregiera nella tradizione
   
 
  Area Conservazione
  Immagini nel tempo
  Videoteca
   
 
  Area Divulgazione
  Passio Domini
  Stabat Mater
  In-Formare
  Settimana Santa
 
  | Soci Fondatori | Gruppo Canto | Soci Onorari | Soci Sostenitori |  
   
 

L'Associazione nasce nel 1994 come gruppo impegnato nelle Lamentazioni durante le funzioni che vengono svolte dai gruppi confraternali nel periodo della Quaresima e della Settimana Santa.
Si costituisce ufficialmente come Associazione Culturale no-profit con
atto costitutivo registrato il 4 gennaio del 2000.

Lo scopo sociale dell'Associazione è principalmente il recupero delle tradizioni popolari locali attraverso la ricerca e la salvaguardia dei testi e delle musiche del canto tradizionale popolare siciliano; lo studio e la ricomposizione delle partiture, al fine di divulgare la nostra cultura, in un progetto etnografico più ampio che comprenda il territorio nisseno e regionale. 
 

 
  Il Consiglio di Presidenza  
 

Carmelo Belfiore (Presidente)
Alberto Mistretta (Vicepresidente)
Salvatore Petruzzella (Segretario)
Giovanni Gagliano (Responsabile Settimana Santa)
Giuseppe Lo Conte (Responsabile gruppo Lamenti)

Michele Piazza (Cooptato alle procedure operative)

 
 

 
   
  I Soci Fondatori  
   
 

da sinistra:
Vito Cicero, Salvatore Bavado, Enzo Mancuso, Giuseppe Misuraca, Giuseppe Lanzalaco, Carmelo Belfiore, Ferdinando Petruzzalla, Salvatore Petruzzella, Giuseppe Lo Conte, Giovanni Gagliano, Fortunato Vaccaro, Gero Diliberto (non in foto).

I soci ammessi sono:
Alberto Mistretta
Angeglo Genco Russo
Giuseppe Navarra
Giuseppe Amico
Salvatore Sorce
Carmelo Giardina

 
  up  
  Il Gruppo Canto  
 

Anima fondamentale dell'Associazione è la cura delle Lamentazioni della Settimana Santa, dove la pietà popolare raccoglie il dolore del Cristo crocifisso e lo trasferisce all'uomo in un lamento straziante attraverso la rivisitazione della Passione.

Una rivisitazione non solo con l'ascolto, ma con il coinvolgimento dell'uomo in un percorso e in un cammino che diventa formazione. Le lamentazioni del dolore vengono riproposte nell'ottica dell'informare facendo rivivere in ognuno degli ascoltatori il mistero della salvezza.

 
     
 

Giuseppe Lo Conte (Prima)
Giuseppe Misuraca (Secunna)
Giuseppe Amico (Secunna)
Ferdinando Petruzzella (Secunna)
Enzo Mancuso (Bassu)
Giovanni Gagliano (Bassu) 
Salvatore Petruzzella (Bassu solista)
Vito Cicero (Bassu)
Giuseppe Navarra (Bassu)
Fortunato Vaccaro (Fanziettu)
Michele Piazza (Fanziettu)

 
  up  
  I Soci Onorari  
  Associazione Culturale in questi anni si è solo prodigata nella salvaguardia del canto polivocale di Mussomeli cercando di conservarlo nel modo e nello stile dell'esecuzione, ma si è fatta promotrice di eventi che hanno visto la collaborazione con altri gruppi di lamentatori del nisseno, della provincia di Agrigento e della provincia di Siracusa, fino a collaborare lei stessa con altri gruppi esterni al territorio siciliano, ma che condividono la linea melodica ed etnomusicologica dei nostri canti. Il gruppo di Santu Lussurgiu (Sardegna), la collaborazione al laboratorio vocale “Di sola voce” dei Fratelli Mancuso, la partecipazione al “Canto dell'Anima” sono esempi del nostro impegno alla collaborazione finalizzata a promuovere il nostro canto e la cultura del nostro territorio.  
     
 

Ing Stefano Diprima
Enzo e Lorenzo Mancuso
Mons. Cataldo Naro

 
  up  
  I Soci Sostenitori  
  Versando una quota associativa annuale di € 10,00 si diventa "Amico" sostenitore della nostra Associazione. In questo modo è possibile ricevere notizie su eventi e sui prodotti di ricerca e di studio, senza nessun altro impegno o onere, attraverso il forum di discussione riservata.
Versando una quota associativa annuale di € 50,00 si diventa "Amico benemerito" sostenitore della nostra Associazione. In questo modo sarai informato sulle decisioni e i progetti che riguardano l'Associazione partecipando ai forum di discussione riservata e allo scambio della documentazione.

L'Associazione può essere sostenuta anche culturalmente attraverso la donazione e il trasferimento della proprietà di materiale documentale, di ricerca, di archivi fotografici, sonori e/o video multimediali con il palese obiettivo di conservazione, salvaguardia e divulgazione delle tradizioni.
 
  up